Il Coro Vocilassù conclude la Via dei Presepi a Marola con grandi voci e musicisti

La Via dei Presepi 2017 è uno degli appuntamenti più suggestivi del nostro territorio che, anche quest’anno, ha messo insieme una singolare magia di luoghi da Reggio Emilia al Palarone, da Canossa alle Cinque Terre. L’appuntamento musicale conclusivo è fatto di nenie, filastrocche, canti e musiche della tradizione colta e popolare dell’Appennino tosco-emiliano che si potranno ascoltare nel suggestivo contesto religioso, storico e architettonico dell’Abbazia matildica di Marola sabato 6 gennaio 2018 con inizio alle ore 17.00.

Grazie all’Associazione Scrittori Reggiani, all’Unione dei Comuni dell’Appennino reggiano e alla Pro Loco di Marola, un ensamble di artisti già molto noti e conosciuti darà vita a questo importante evento che chiuderà, come già in passato, la Via dei Presepi.

Maria Teresa Pantani e Faustino Stigliani voci recitanti, il Coro“Vocilassù” diretto dal M° Armando Saielli, il M° Paolo Gandolfi alla fisarmonica, Ezio Bonicelli al violino, Annalisa Ferrarini soprano, Marcello Zuffa pianoforte, con la scelta dei testi a cura di Clementina Santie per la regia di Ubaldo Montruccoli.

Una iniziativa artistico di importante levatura musicale e letteraria che segnerà le iniziative culturali all’inizio del nuovo anno in uno dei luoghi storici più importanti e riconosciuti nell’Appennino reggiano a coronamento della Via dei Presepi. L’ingresso è libero.

Dieci edizioni di “Armonie di Natale”: sabato 16 dicembre i cori a Cavola: Vocilassù, il Gigante, EsseTiMajor

I canti di Natale, in Appennino, hanno le note di Armonie di Natale, la tradizionale rassegna natalizia dell’Avvento, organizzata dal coro di Toano Vocilassù, che quest’anno giunge alla decima edizione. Forte del patrocinio del Comune e dell’Aerco (Associazione Emiliano Romagnola Cori) ha visto salire a Toano alcuni tra i migliori cori italiani.

Sabato 16 dicembre, alle ore 21, nella chiesa parrocchiale di Cavola di Toano il coro di Vocilassù, diretto da Armando Saielli, si esibirà assieme alla corale Il Gigante di Villa Minozzo, diretto da Andrea Caselli, e alla corale EsseTi Major di Scandiano, diretto da Matteo Grulli.

Presentatrice della serata, nonché ospite d’eccezione, sarà Paola Belli. I tre cori, che proporranno tradizionali canti popolari e natalizi, si preparano ad alternarsi sul palco in una serata di gran festa.

Il coro Vocilassù di Toano è nato nel 1995 e affonda le sue radici nella tradizione locale toanese. Diretto dal 2010 dal maestro Armando Saielli, ha realizzato finora due album (l’ultimo è Canto alla Vita) e ha ampliato il suo repertorio verso canti d’autore italiani e stranieri. Di recente si è esibito in Val Puesteria al Festival dei Cori, a Bressanone, a Marano Vicentino e la scorsa estate al 50° per la coralità in Appennino.

La Corale Il Gigante si costituisce a Villa Minozzo nel 1996, e fin dalle origini si presenta come formazione mista composta sia da voci maschili che femminili: grande il lavoro di ricerca nella cultura popolare portato avanti, col gruppo, dal direttore Andrea Caselli.

Il Coro EsseTi Major nasce a Scandiano nella parrocchia di Santa Teresa di Gesù Bambino dove un gruppo di amici, guidati dal maestro Matteo Grulli, accomunati dalla passione per il canto, decidono di arricchire il servizio alla celebrazione eucaristica con diverse esperienze musicali: ora sono un coro che partecipa alle più importanti rassegne.

Il Vocilassù ai presepi di Lama di Monchio (Palagano)

Torna la magia del Natale e, con essa, uno dei momenti più significativi nella vita di un coro dove, il canto, si unisce alla gioia dell’Attesa, prima, e della Natività poi. Ma è anche il tempo dei presepi coi quali, il  coro Vocilassù, ha un legame particolare.
E così alla Festa di Santa Lucia, a Lama di Monchio (Palagano) sarà il coro toanese a dare voce a questa prima esibizione per i canti natalizi. Il giorno dell’accensione dei presepi, domenica 10 dicembre, con inizio alle 17, si terrà la santa messa cantata con le melodie di don Savino Bonicelli (e altre sul Natale) e, a seguire,  l’inaugurazione dei presepi allestiti lungo le vie del borgo.
L’allestimento dei presepi rimarrà attivo sino al 21 gennaio 2018. Domenica, oltre alla rievocazione vivente della natività, si rappresenteranno alcuni momenti della vita del bambino Gesù, tutto interpretato dai giovani, bambini e paesani della Valle.  Accenderà i presepi e le rappresentazioni il corteo di Santa Lucia, con la sua luce di amore e devozione.