Inauguriamo la Via dei Presepi tra Emilia e Toscana

Il Coro Vocilassù canta ancora il Natale. Dopo la recente esibizione per l’inaugurazione della mostra del presepio di Modena, il nostro coro partecipa – con le proprie voci! – all’edizione 2014/2015 della Via dei Presepi 2014. Si tratta di una delle manifestazione natalizie più care in Appennino. L’edizione 2014/2015 è capace di mettere a frutto, in realtà, quanto si è via via consolidato attorno al tema della Natività. Nata sotto l’egida della Comunità Montana, ora a guida dell’Unione, è iniziata l’8 dicembre e si concluderà il 31 gennaio. La presentazione, però, in due momenti: ieri, venerdì, al Bismantova alla stampa alla presenza di Giorgio Pregheffi, Daniela Pedrini, Emanuele Ferrari, Clementina Santi, Antonio Pigozzi quindi giovedì sera al pubblico al Peri-Merulo di Castelnovo ne’ Monti.

“La Via del Presepio ha seminato e quest’anno raccoglie quanto già c’era ed è stato fatto. Ora è un luogo d’incontro tra le persone e anche tra i due versanti”

Convegno presepisti, l'inaugurazione della mostra a Palazzo Ducale.  (foto Loretta Amorini)

La Via dei Presepi è di fatto un percorso sul tema del Natale che parte dalla città di Reggio, passa per Albinea, Canossa e tutti i comuni dell’Appennino raggiungendo, attraverso i passi di Pradarena, Cerreto e Lagastrello, le località Bagni di Lucca, Equi Terme e le Cinque Terre. Ricca anche dal punto di vista delle diverse rappresentazioni che vanno dai presepi viventi, ai presepi di luci, a cielo aperto e dentro ai borghi. Tra le eccellenze da non perdere emergono: il museo dei presepi di Gazzano curato dal presepista Antonio Pigozzi – già nostro direttore e attuale corista e voce solista – (nella foto un suo presepe) che quest’anno celebra il 25° di fondazione, il presepe di Corneto realizzato da un gruppo di volontari all’ombra del campanile del Ceccati, a Piolo di Ligonchio si scopre la magia del presepe allestito dagli stessi abitanti per le vie del paese, a Ramiseto presepe vivente la notte del 23 dicembre nel Borgo Vecchio e il 27 dicembre a Marmoreto di Busana, presepi dei ragazzi a Campolungo e dei bambini a Casale della Pietra, presepe artistico ad Albinea, presepe vetrina a Baiso, viaggio tra i presepi a Cervarezza, a Castelnovo Monti presepi in vetrina e mostra collettiva di presepi nel centro storico con gli artisti Antonio Pigozzi, Sergio Cardone ed Ugo Viappiani.

Un momento della presentazione

La serata di presentazione si terrà presso la sala concerti dell’istituto musicale Peri-Merulo di Castelnovo Monti giovedì prossimo alle 21, sul tema Voci del Natale. Verranno eseguiti canti e nenie della tradizione natalizia, sia popolari che colti, a cura dell’Associazione Scrittori Reggiani, con testi ricercati da Clementina Santi e narrati dalle voci di Faustino Stigliani e Teresa Pantani e gli stessi leggeranno alcuni testi antichi accompagnati dal coro Vocilassù che, sul tema del Natale, sta promuovendo un’importante opera di recupero, col suo direttore Armando Saielli.

A Castelnovo Monti per cantare la storia dei Ceccati

cori emilia romagna
Il Coro Vocilassù a una giornata d’eccezione. Infatti, l’assessorato alla cultura di Castelnovo, in collaborazione con l’associazione centro studi “I Ceccati” e la biblioteca comunale Crovi ha organizzato per sabato 29 novembre con inizio alle ore 21, nella sala concerti dell’istituto Merulo, la presentazione del libro “Sulle orme dei Ceccati”, dello scrittore castelnovese Paolo Lazzaro Capanni, sulla storia della famiglia di Stiano e delle sue tante opere d’arte ancora diffuse nell’Appennino.
Il programma della serata prevede, dopo i saluti degli amministratori, gli interventi di Clementina Santi, Clodomiro Borgonovi, don Evangelista Margini e dell’autore, inframmezzati dai canti del Coro Vocilassù diretto da Armando Saielli.
La serata sarà ad ingresso libero. Il libro di Capanni può essere un compendio sulla storia dell’Appennino, dei suoi borghi ed in particolare dei suoi edifici religiosi. Può essere anche una sorta di “guida” per andare a scoprire alcuni dei luoghi più belli e suggestivi del territorio ed i tesori artistici che contengono. Questo prestigioso volume, pubblicato dal centro studi “I Ceccati”, ha davvero tante chiavi di lettura ed interpretazione. Ed è naturale che sia così, perché attorno a questa storica famiglia di intagliatori, scultori e architetti, ed in particolare Domenico Francesco (di cui ricorre il tricentenario della morte, occasione per la quale è stato realizzato il libro) ed Antonio, si muove e sviluppa la storia dell’Appennino tra il 1500 e la fine del 1700. Il volume è il frutto di una ricerca davvero approfondita ed accurata: Capanni ha girato un po’ tutta la montagna andando a raccogliere e catalogare tutte le testimonianze rimaste, legate alla produzione artistica della famiglia originaria del borgo toanese di Stiano. (l.t.)

Con Toano al Cavolaforum per la Cri

Una esibizione del Coro Vocilassù al Palaforum negli anni scorsi
Una esibizione del Coro Vocilassù al Palaforum negli anni scorsi

Ci saremo anche noi, nel cuore del nostro paese. E’ il concerto previsto per sabato 22 novembre alle ore 21,00 al Cavolaforum a Cavola di Toano, con lo lo scopo di iniziare una raccolta fondi che sarà totalmente destinato all’acquisto della sede che rimarrà di proprietà del comitato della Croce Rossa Italiana Toano.

All’opera musicisti, solisti, banda, cantautori, attori, cori, corali, gospel e poesia, ogni forma di arte ha voluto essere presente per supportare questa iniziativa. sarà allestito anche uno spazio d’intrattenimento per i bambini con sculture di palloncini e sorprese, attrezzato solo per loro e con i Giovani Volontari della Croce Rossa Toano che li faranno divertire. Nel dettaglio alla serata parteciperanno: Rino Giorgini e Mario Saielli de “Il Buffone di Corte” con le loro scenette, il coro gospel di Cerredolo Simple Voice; la corale “Madonna della Neve” di Cavola diretta dal maestro Gaetano Borgonovi; il nostro coro Vocilassù diretto dal maestro Armando Saielli, gli sBANDAti, speciale formazione nata della Banda di Cavola; la giovanissima cantante Giada Sarzola,  Elena Paola Gazzotti, in collaborazione con il fotografo Stefano Muzzarelli, presenta un momento di poesia; il cantautore Tiziano Castagni. Il tutto magistralmente presentato dal regista de “Il Buffone di Corte”  Fausto Iaccheri.